L’UNESCO iscrive il centro storico della città ucraina di Odessa nella lista del Patrimonio dell’Umanità

Archivio
Archivio – La statua di Caterina II a Odessa, Ucraina. – CELESTINO ARCE LAVIN / ZUMA PRESS / CONTACTOPHOTO

L’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura (UNESCO) ha aggiunto mercoledì il centro storico della città di Odessa, nel sud dell’Ucraina, alla lista dei Patrimoni dell’Umanità, come «riconoscimento del suo valore universale».

L’UNESCO ha indicato in una dichiarazione che questa inclusione sottolinea il dovere globale di «proteggere» il sito in questione, soprattutto nel mezzo dell’invasione russa del territorio. In questo senso, ha sottolineato che, secondo la Convenzione sulla protezione del patrimonio culturale e naturale mondiale, i 194 Paesi che hanno adottato il documento «devono evitare di prendere misure che mettano in pericolo questo tipo di beni e cooperare per assicurarne la protezione».

Ha inoltre indicato che questo nuovo status dà a Kiev l’opportunità di «richiedere assistenza finanziaria e tecnica a livello internazionale per ottenere una protezione e un ripristino adeguati, soprattutto in caso di danni alla città».

La domanda di iscrizione della città portuale di Odessa nella lista del Patrimonio mondiale dell’UNESCO era stata presentata dalle autorità ucraine nell’ottobre 2022, ma la decisione è stata presa dopo che il processo è stato accelerato proprio a causa del conflitto armato.

«Queste azioni fanno parte del piano d’azione dell’UNESCO per l’Ucraina, che ha già comportato la mobilitazione di 18 milioni di dollari per coprire i costi dell’istruzione, della scienza, della cultura e dell’informazione», si legge nel testo.

Fonte: (EUROPA PRESS)